Borse: il mercato delle materie prime

Come tutti sappiamo, i mercati finanziari ci consentono di investire su una lunghissima serie di prodotti. Titoli, Indici, Azioni, Valute e anche materie prime. Chi non si intende di Borsa può non saperlo, ma gli investimenti sulle materie prime sono i più sicuri del mercato. Sul sito http://www.economiafinanza.net/ puoi trovare, ad esempio, le previsioni quotidiane sul prezzo oro. E tantissime altre informazioni e news di economia. Le Commodities (nome delle materie prime in gergo finanziario), includono metalli preziosi e non, prodotti agricoli, bestiame, petrolio e molto altro. La reale esistenza fisica di questi prodotti consente agli investitori di diversificare il proprio portafoglio finanziario in modo meno rischioso. Scopriamo di più.

Commodities: i beni rifugio

Diverse materie prime fanno parte dei cosiddetti beni rifugio. Si tratta di strumenti finanziari che, in periodi di caos o crisi del mercato, consentono all’operatore di proteggere i propri investimenti.

E’ il mercato stesso a scegliere quando un asset può diventare bene rifugio. Tali prodotti, in situazioni normali si comportano come tutti gli altri assets. Ma in condizioni critiche, sono in grado di mantenere stabile il proprio valore. Permettendo agli investitori di controbilanciare le eventuali perdite.

Il bene rifugio per eccellenza è l’oro, il metallo più prezioso in assoluto nonché la principale materia prima negoziata sui mercati.

In base a quanto detto fino ad ora, è evidente che il valore dell’oro aumenterà quando si verificheranno determinate condizioni.

Il fattore che più influenza la quotazione del metallo giallo è il trend del dollaro statunitense. Generalmente, i due assets viaggiano in controtendenza. Ad esempio, se il biglietto verde sale, il bene prezioso scende. Questo perché, quando aumenta di valore, il dollaro aumenta anche il suo potere d’acquisto. E il valore dell’oro, essendo determinato in dollari, sarà meno appetibile, poiché più costoso.

Perché è importante studiare economia?

A questo punto, potresti chiederti: ma se io non investo sui mercati finanziari, perché dovrei studiare economia o almeno saperne di più?

Beh, innanzitutto, l’economia è una materia affascinante. Ma devi anche sapere che il mondo non finisce oltre il cancello di casa tua. Anzi, è proprio lì che inizia.

Studiare economia aiuta a sfatare tantissimi luoghi comuni. A capire gli eventi che accadono nel mondo e ad analizzarne le conseguenze. Poiché tutto ciò influenza e modifica la tua vita nel tuo mondo.

Ad esempio, perché se crollano i prezzi delle case, tuo cugino perde il lavoro? L’economista possiede una dote incredibilmente utile: la capacità di analisi.

Ciò che voglio dirti è che studiare economia significa comprendere il presente e prevedere il futuro. E ciò ti aiuterà a migliorare la qualità della tua vita.

Reply