Quali finestre per la casa, in legno, PVC o alluminio?

Il dilemma dell’acquisto di nuove finestre per la casa pone di fronte ad una scelta su quali acquistare: in legno, PVC o in alluminio?

A seconda delle finestre e dei materiali in cui sono realizzate, vi sono i vantaggi e svantaggi connessi all’impiego dei diversi materiali.

Il legno è il materiale che si adatta meglio ad ogni ambiente, perché assicura un ottimo isolamento sia termico sia acustico. Se vogliamo un prodotto resistente e che duri nel tempo, il materiale deve essere stato essiccato e trattato con resine che lo rendono impermeabile.

Le finestre in legno sono assemblate con profili in massello o in lamellare. Il serramento realizzato in legno lamellare assicura una buona stabilità ed è formato da lamelle ricavate dal taglio di tavole. E’ possibile utilizzare diverse varietà di legno, ma la soluzione ideale è quella di ricorrere a legnami accessibili e facili da reperire e da lavorare, semplici da incollare.

Il legno massello è quello più utilizzato per fabbricare serramenti, fra le tipologie di legno più tipiche, impiegate per ricavare il massello, vi sono il pino ed il castagno.


Vi sono dei trattamenti protettivi mirati per rendere il massello ed il lamellare più resistenti ai raggi ultravioletti e alle intemperie.

Per quanto riguarda, invece, la finitura degli infissi in legno, si possono realizzare con vernici colorate o con vernici trasparenti per ottenere un effetto più naturale.

Per saperne di più sui trattamenti di infissi e serramenti, nel sito web http://www.turraarmando.com/ sono disponibili ulteriori chiarimenti e proposte di soluzioni per finestre di casa e altro genere di ambienti.

Riguardo agli infissi in PVC, prodotti di questo tipo sono molto resistenti alla corrosione, agli agenti atmosferici, all’esposizione dei raggi Uv e sono destinati a durare nel tempo. Il PVC, inoltre, assicura un isolamento termico ed acustico ottimale, e può essere realizzato in diverse finiture. Se trattato con resine acriliche, assume un aspetto simile al legno.

Il PVC è costituito da una struttura in acciaio, ottenuta dall’assemblaggio di cavi che rendono più solido e stabile il serramento. Il processo di termosaldatura che riguarda gli angoli delle finestre, inoltre, è funzionale a rendere l’infisso una unica struttura.

La finestra in PVC viene resa impermeabile dalla presenza di guarnizioni elastiche applicate sulle battute. Per questo tipo di serramento non serve una manutenzione speciale, è sufficiente pulirlo con un panno o con una spugna.

Per quanto riguarda l’alluminio, anche questo materiale è fra quelli più utilizzati perché molto resistente e non soggetto a deformazione, corrosione o agli agenti atmosferici. Anche l’alluminio può essere lavorato per assomigliare al legno.

I profilati, ottenuti dalla lavorazione dell’alluminio, presentano al loro interno delle nervature longitudinali e alette di battuta che assicurano una chiusura perfetta.

Un elevato grado di isolamento termico viene ottenuto grazie alla presenza di materiale plastico composto da fibra di vetro posto tra il profilato interno e quello esterno.

Una particolare tecnica di lavorazione è quella caratterizzata dall’unione del legno e di altri materiali che presentano dei vantaggi innovativi. Le finestre possono essere, infatti, anche realizzate in alluminio e legno. Il legno, impiegato come struttura portante, ma rivestito con metallo o PVC, in alternativa rivestito in alluminio, bronzo o rame.

Reply