Le cimici dei letti

Molte persone, fortunatamente, non conoscono le cimici dei letti, anche se in realtà è possibile che ne siano venuti in contatto. Questo insetto entomofago si ciba di sangue umano e tende ad annidarsi in luoghi ristretti, bui, caldi e umidi, da dove di notte fuoriesce per pungere gli ignari umani.

Come si riconosce un’infestazione da cimici dei letti


Questi insetti hanno dimensioni minuscole, con un corpo di circa 5-6 millimetri di lunghezza totale. Generalmente è difficile avvistare, anche perché prediligono le ore notturne per spostarsi e cibarsi. Certo è che non è difficile sapere di essere di fronte ad un’infestazione di questi fastidiosi insetti. Infatti per cibarsi di sangue umano pungono la loro preda ripetutamente, iniettando la loro saliva urticante, che impedisce al sangue di coagulare. Possono causare fastidio già durante la notte, ma al mattino è subito chiaro da quale animale si è stati punti, per le numerose punture ravvicinate e per l’esteso eritema causato.

Le problematiche riscontrate


L’infestazione da cimici dei letti può essere estremamente pericolosa, oltre che fastidiosa. L’insetto infatti disturba il sonno e i ponfi causati dalle punture possono causare un prurito intenso per molti giorni. In alcuni casi poi questi animali possono trasportare ignaramente alcune pericolose malattie, derivanti dal sangue di individui infetti, come ad esempio l’epatite o anche batteri e virus di vario genere.

Come arrivano in casa


Questi insetti arrivano nelle case dal mondo esterno; tipicamente i luoghi più facilmente invasi dalle cimici sono gli alberghi o le comunità, dove si concentrano più esseri umani. Attraverso i vestiti di una persona, con le valigie che vengono trasportate per lunghi viaggi, depositando le uova su oggetti di vario genere, la cimice viaggia ovunque, raggiungendo anche ambienti puliti e dall’aspetto incontaminato.

Come debellarle


Purtroppo le cimici dei letti non sono facili da debellare, per due motivi: la produzione delle uova è molto ampia e spesso dura per molte settimane, quindi una coppia di cimici può procreare una progenie numerosa in pochi giorni. Inoltre tendono a nascondersi nei posti più impensati, diventando difficili da colpire con insetticidi classici. Si rintanano infatti tra le pieghe della carta da parati, all’interno di interruttori e vani per i cavi elettrici, dietro quadri, mobili e altre tipologie di oggetto. Solo l’intervento di una ditta specializzata può garantire un’efficace disinfestazione, perché del personale esperto sa dove cercare le cimici ed è quindi in grado di distruggere l’intera popolazione, evitando di lasciare pochi superstiti che potrebbero produrre uova. Per avere qualche consiglio dai professionisti del settore vai su milano.disinfestazioni.net.

Reply